Coltivazione, Rose, Info e News, Letture consigliate

Rose riprodotte da innesto, tempi e modi.

Si tratta di un metodo antico sperimentato già ai tempi dei romani che prevede la riproduzione di varietà specifiche utilizzando un portainnesto di rosa selvatica. In pratica una gemma estratta dalla rosa che vogliamo riprodurre viene inserita sul ramo di una rosa selvatica di particolare forza e resistenza.

Vediamo come nei tempi e nei modi:

Gennaio 2022: piantumazione dei porta innesti

Le barbatelle del porta innesto selezionato, (rosa multiflora, rosa laxa, rosa indica) vengono piantate in filare alla distanza tra le file di 1 metro e a 30 cm tra le piante. Si tratta di rose selvatiche di particolare forza e vigore radicale e di rapido accrescimento.

Luglio e Agosto 2022: innesto

Si opera un taglio su un buon ramo del portainnesto e all’interno del taglio appoggiamo, ossia innestiamo la gemma raccolta che viene immediatamente consolidata con un cerotto in modo che pioggia, vento, animali non la possano staccare dal nuovo alloggio.
In autunno con il rinfrescarsi delle giornate e con le prime piogge la nostra pianta in campo ossia il portainnesto cresce e sviluppa portando linfa alle sue gemme compresa la nuova gemma innestata che ingrossa e matura. (La gemma innestata ha portato a maturità le informazioni contenute nel suo DNA sviluppando in una ramificazione forte.)

Gennaio e Febbraio 2023: potatura del porta innesto

L’aspetto è particolare in questa fase perché avrà sia rami del porta innesto ossia della rosa selvatica che rami della varietà innestata che si sono sviluppati dalla gemma introdotta. Andiamo a potare recidendo alla base tutta la parte dei rami appartenenti al portainnesto. Poi accorciamo solo i rami della rosa innestata lasciando tre-quattro gemme.

Primavera 2023: cura e diserbo

Con il risveglio primaverile tutta l’energia proveniente dalle radici del portainnesto andrà ad alimentare le uniche parti rimaste dopo la potatura invernale e cioè le tre-quattro gemme che avevamo lasciato.

Dicembre 2023: cavatura

Le rose innestate sono pronte per essere cavate ossia sradicate dal campo a mano o con mezzi meccanici. L’aspetto della rosa è a questo punto la Radice Nuda, con radici e parte aerea libere facilmente conservabili per un paio di mesi.Una volta ricevute le piante al vivaio si passa al controllo qualità assicurandosi che non ci siano piante troncate o in cattivo stato di salute
Molto importate è la cartellinatura in modo che le varietà non si confondono e siano cartellinate una ad una.
Una volta cartellinate vengono stivate in mastelli e coperte con pomice dove possono restare per un paio di mesi circa.

ROSE A RADICE NUDA

Disponibile la nuova collezione MondoRose e Fiori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *